Domande frequenti

No questions yet.

1. Perchè lavorare a livello internazionale?

1.1 Perché la mia organizzazione dovrebbe intraprendere un’esperienza di cooperazione internazionale?

Perché la cooperazione internazionale può:- portare nuovi impulsi, nuova ispirazione- portare nuovi modi per diventare più innovativi e dinamici- offrire…

Perché la cooperazione internazionale può:
- portare nuovi impulsi, nuova ispirazione
- portare nuovi modi per diventare più innovativi e dinamici
- offrire nuovi contatti, visite, scambio di esperienze, ispirazione - supportato da finanziamenti
- aiutare ad avviare nuovi tipi di lavoro pilota di sviluppo - sostenuto da finanziamenti

Posted 5 months agoby Italian

1.2 Quali sono i vantaggi per me come parte dello staff di progetto?

Quando si è parte dello staff di un progetto di cooperazione internazionale:- puoi ottenere nuova ispirazione sia a livello professionale…

Quando si è parte dello staff di un progetto di cooperazione internazionale:
- puoi ottenere nuova ispirazione sia a livello professionale che personale
- puoi acquisire nuove competenze, puoi utili anche candidarti per altre posizioni lavorative
- migliorerai il tuo CV generale

Posted 5 months agoby Italian

1.3 Quali sono i vantaggi per la mia organizzazione?

Quando un’organizzazione intraprende collaborazioni internazionale:- sperimenta altri modi di lavorare e altre forme di buone pratiche- fornisce nuovi strumenti e…

Quando un’organizzazione intraprende collaborazioni internazionale:
- sperimenta altri modi di lavorare e altre forme di buone pratiche
- fornisce nuovi strumenti e competenze agli organi dirigenziali
- crea occasione di nuove forme di finanziamento extra per l'organizzazione

Posted 5 months agoby Italian

1.4 Cos'è un piano di sviluppo internazionale?

Il piano di sviluppo internazionale:- Delinea il motivo per cui un’organizzazione vuole intraprendere una esperienza di cooperazione internazionale- Descrive gli…

Il piano di sviluppo internazionale:
- Delinea il motivo per cui un’organizzazione vuole intraprendere una esperienza di cooperazione internazionale
- Descrive gli obiettivi a lungo termine per il lavoro internazionale
- Spiega come questi obiettivi si relazionano alle esigenze delle tue organizzazioni e al contesto in cui operano

Posted 5 months agoby Italian

1.5 Come può la cooperazione internazionale supportare i piani di attività della mia organizzazione?

La cooperazione internazionale deve essere pianificata, quindi le attività internazionali supportano i piani di attività generali di 1-2 anni della…

La cooperazione internazionale deve essere pianificata, quindi le attività internazionali supportano i piani di attività generali di 1-2 anni della tua organizzazione
È importante poi dare priorità alle attività di progetto internazionali che possono supportare o almeno integrare la missione e i piani di attività generali della propria organizzazione.
Inoltre, la cooperazione internazionale, realizza e finanzia attività che in qualche modo si sarebbero dovute sostenere ugualmente (es. costo del personale, attività formative, ecc.).

Posted 5 months agoby Italian

1.6 Perché aderire alla rete FIRST?

La rete FIRST offre supporto e opportunità di networking ai suoi membri. Questa rete è pensata su misura per mettere…

La rete FIRST offre supporto e opportunità di networking ai suoi membri. Questa rete è pensata su misura per mettere in contatto le organizzazioni della società civile in Euroap, per scambiare contenuti e idee e per cooperare insieme in un progetto internazionale.

Dopo l'istituzione della rete alla fine del 2021, sono previste, tra le altre, le seguenti attività sostenibili:

Corsi di perfezionamento e servizi di consulenza
Fornitura di informazioni aggiornate sulla cooperazione internazionale sul FIRST Network Support Portal
Scambio di contenuti e ispirazione reciproca attraverso i canali di comunicazione
Riunioni di rete virtuale

Posted 1 month agoby Italian

2. Come preparare un'organizzazione al lavoro internazionale?

2.1. Perché vale la pena sviluppare una strategia di sviluppo dell'organizzazione?

La strategia di sviluppo dell'organizzazione:- Aumenta le possibilità di successo, in quanto definisce chiaramente le priorità e gli obiettivi di…

La strategia di sviluppo dell'organizzazione:
- Aumenta le possibilità di successo, in quanto definisce chiaramente le priorità e gli obiettivi di sviluppo dell'organizzazione.
- Influenza l'immagine dell'organizzazione, mostrando chela mission e la direzione dell'organizzazione.
- Aumenta il livello di consapevolezza sulle competenze chiave sulle quali è necessario formarsi.
- Aumenta il livello di coinvolgimento del team, incentrato sul raggiungimento di obiettivi comuni.
- Attira le parti interessate e i potenziali partner, consentendo all'organizzazione di essere presentata come un'organizzazione professionale con una visione di sviluppo.
- Aiuta durante la richiesta di fondi esterni: un progetto ben valutato è quello in cui le attività proposte fanno parte della strategia di sviluppo dell'organizzazione.
- È uno strumento efficace per costruire relazioni con le entità del settore aziendale, consentendo di presentare in modo chiaro e coerente la propria organizzazione e i suoi obiettivi

Posted 5 months agoby Italian

2.2 È consigliabile iniziare come partner o come coordinatori?

Innanzitutto bisogna essere consapevoli del fatto che circa 4 organizzazioni su 5 che lavorano a livello internazionale lo fanno come…

Innanzitutto bisogna essere consapevoli del fatto che circa 4 organizzazioni su 5 che lavorano a livello internazionale lo fanno come partner e non come coordinatori.
Da un lato: non è così impegnativo essere partner quanto essere coordinatore, perché non è necessario impiegare molto tempo per preparare la domanda con il rischio di nessun risultato, e non è necessario disporre del onere come responsabile del progetto. Ma la sfida è promuovere te stesso, quindi sei invitato a diventare un partner.
D'altra parte: in qualità di coordinatore, puoi definire il progetto, scegliere i partner che preferisci e avere più influenza sul lavoro del progetto. Ma hai un alto rischio di non avere successo con la tua domanda e quindi non inizi il lavoro internazionale.
Ma non è necessario scegliere, puoi fare entrambe le cose: puoi promuovere te stesso come partner nello stesso momento in cui avvii una nuova domanda di progetto con te stesso come coordinatore.

Posted 5 months agoby Italian

2.3 Qual è l’esperienza che possiamo condividere nell’ambito della cooperazione internazionale?

All'interno delle attività di ricerca del progetto 1st TIP-PM, in particolare della sotto azione 1 (OUTPUT1), è stato condotto un…

All'interno delle attività di ricerca del progetto 1st TIP-PM, in particolare della sotto azione 1 (OUTPUT1), è stato condotto un sondaggio a livello internazionale volto alla pubblicazione di un Report sulle storie di successo e le sfide per la cooperazione internazionale.
Tale report raccoglie le migliori buone prassi selezionate nell'ambito della cooperazione internazionale delle associazioni della società civile in Austria, Danimarca, Italia, Polonia e Ungheria. Tali esperienze rappresentano un utile punto di partenza per tutti i project manager e manager che voglio intraprendere questa nuova sfida, in quanto mettono alla luce punti di forza, sfide, potenzialità e ostacoli affrontati.
Il report, inoltre, definisce tipologie e metodi di supporto offerti ai project manager internazionali nel campo dell'apprendimento permanente; descrive le aspettative e necessità di supporto dei project manager internazionali da parte delle loro organizzazioni; delinea le sfide nel settore della società civile nei progetti di cooperazione internazionale; indica le aree di informazione, conoscenza, strumenti e altro sostegno alla cooperazione internazionale offerti dalle agenzie nazionali dei programmi di cooperazione nell'Unione Europea.
Il report è tradotto nelle 5 lingue di progetto oltre che in inglese, consultabile e scaricabile in .pdf.

Posted 5 months agoby Italian

3. Come intraprendere il lavoro internazionale?

3.1. Qual è il numero minimo di partner in una partnership internazionale?

La risposta a questa domanda è diversa per i diversi programmi di sovvenzione ed è dunque necessario studiare di volta…

La risposta a questa domanda è diversa per i diversi programmi di sovvenzione ed è dunque necessario studiare di volta in volta le linee guida del programma scelto.
Vale la pena considerare un invito alla cooperazione di almeno un partner in più rispetto al minimo applicabile.
Quindi, se uno dei partner si ritira dal progetto (cosa che accade molto raramente, ma accade), sarà comunque possibile continuare il progetto.

Posted 5 months agoby Italian

3.2. Quali sono i modelli di cooperazione transnazionale più comuni?

I modelli di cooperazione transnazionale più comuni sono:Scambio di informazioni e buone pratiche;Sviluppo parallelo di soluzioni;Import / export / adattamento…

I modelli di cooperazione transnazionale più comuni sono:
Scambio di informazioni e buone pratiche;
Sviluppo parallelo di soluzioni;
Import / export / adattamento di nuove soluzioni;
Organizzazione comune di eventi / sviluppo di “prodotti” comuni (come, ad esempio, un programma di formazione, una pubblicazione, una mostra, uno spettacolo teatrale, ecc.);
Mobilità educativa del personale chiave dell'organizzazione al fine di: partecipare a un corso / formazione; affiancamento al lavoro; condurre lezioni all'estero.
Diversi modelli di cooperazione differenti possono coesistere in un progetto.

Posted 5 months agoby Italian

3.3 Come trovare i giusti partner di progetto?

I possibili partner del progetto dovrebbero soddisfare tre criteri:1. Affinità tematica e relativa al contenuto (ma non necessariamente dallo stesso…

I possibili partner del progetto dovrebbero soddisfare tre criteri:
1. Affinità tematica e relativa al contenuto (ma non necessariamente dallo stesso campo di lavoro, poiché approcci complementari possono generare valore aggiunto)
2. Esperienza sul campo (a seconda dei requisiti del progetto)
3. Avere e saper utilizzare i canali di comunicazione
Si consigliano tre modi per trovare un partner:
- tra organizzazioni già note
- tramite ricerca progetto
- tramite piattaforme partner
Se non si hanno ancora contatti con organizzazioni in Europa, si raccomanda soprattutto di trovare organizzazioni attraverso progetti UE già realizzati, perché queste organizzazioni hanno già esperienza nella cooperazione internazionale e di solito possono essere considerate serie. Maggiori informazioni su 2) e 3) possono essere trovate qui.
Le dimensioni delle organizzazioni possono variare notevolmente all'interno di un progetto. Puoi / dovresti anche contattare organizzazioni più grandi per l'acquisizione di partner. Questi possono eventualmente aggiungere valore al progetto grazie alle loro risorse.

Posted 5 months agoby Italian

3.4 Con quale programma di finanziamento è consigliato cominiciare?

Se sei un'organizzazione ancora inesperta nella cooperazione internazionale, è consigliabile iniziare con un programma di mobilità, ad esempio dal programma…

Se sei un'organizzazione ancora inesperta nella cooperazione internazionale, è consigliabile iniziare con un programma di mobilità, ad esempio dal programma di finanziamento Erasmus +. Questi programmi supportano l'ulteriore istruzione e formazione del personale di altre organizzazioni in Europa.

Perché:

1) Il tasso di approvazione per i progetti di mobilità è solitamente molto più alto rispetto ai progetti di partnership.

2) Il focus è sull'ulteriore formazione delle competenze del proprio personale.

3) Si sviluppano le competenze in inglese.

4) È possibile stabilire contatti per ulteriori progetti internazionali.

5) L'organizzazione del progetto è più facile che nella cooperazione in partenariato.

6) È una buona introduzione al campo della cooperazione internazionale.

Posted 1 month agoby Italian

4. Quali sono le possibilità di finanziamento?

4.1. Quale programma di finanziamento è adatto al mio progetto?

Ogni programma di finanziamento è diverso in termini di riferimento geografico, focus tematico e tipo di finanziamento. Va inoltre notato…

Ogni programma di finanziamento è diverso in termini di riferimento geografico, focus tematico e tipo di finanziamento. Va inoltre notato che ogni programma di finanziamento ha priorità tematiche specifiche per il singolo periodo di finanziamento e che, in alcuni casi, le agenzie nazionali stabiliscono le proprie specifiche priorità di nazionali e/o regionali. Per aumentare le possibilità di successo, queste dovrebbero essere prese in considerazione soprattutto nel processo di ideazione e presentazione di progetto.

Posted 5 months agoby Italian

4.2. Dove posso ottenere supporto e consulenza sulle mie domande relative alla richiesta di finanziamento?

E' consigliato effettuare colloqui informativi e di consulenza con gli enti finanziatori prima di presentare la domanda, così da poter…

E' consigliato effettuare colloqui informativi e di consulenza con gli enti finanziatori prima di presentare la domanda, così da poter adattare l'idea del progetto ai criteri formali e ai contenuti ritenuti prioritari e ridurre al minimo i possibili punti deboli. A seconda del programma di finanziamento, cambiano gli enti e agenzie di riferimento. È importante decidere su quale programma e bando presentare la propria idea e successivamente entrare in contatto con il rispettivo ente finanziatore / agenzia nazionale. I dettagli di contatto possono essere spesso trovati sui siti web degli organismi di finanziamento / agenzie nazionali.

Posted 5 months agoby Italian

5. Come strutturare un buon progetto di mobilità (per poter migliorare le competenze all'estero?)

5.1 Di cosa dobbiamo tenere conto durante la compilazione di una domanda di finanziamento?

Le domande di finanziamento sono diverse per ogni programma e per ogni bando. Non appena un progetto deve essere presentato,…

Le domande di finanziamento sono diverse per ogni programma e per ogni bando. Non appena un progetto deve essere presentato, è necessario studiare attentamente le linee guida e i criteri di finanziamento. Allo stesso modo dovrebbero essere ricercati in anticipo i requisiti di finanziamento e i documenti da presentare richiesti.

Le domande di finanziamento vengono solitamente presentate tramite un modulo online, detto e-Form, che prevede un numero predefinito di caratteri per ogni sezione da compilare, tra cui la descrizione del progetto più dettagliata e il sommario più breve del progetto, gli obiettivi, i risultati attesi, etc. Sono necessari anche un calendario (Gantt), un piano di budget, una strategia di disseminazione e sostenibilità, una descrizione del consorzio. È possibile risparmiare tempo se questi dettagli sono stati elaborati in anticipo ed elaborati assieme a tutte le organizzazioni partner. Si raccomanda uno stile espressivo chiaro, con indicatori numerici e obiettivi realizzativi precisi e privo di frasi vuote e ripetizioni

Posted 5 months agoby Italian

5.2 Quali sono le considerazioni generali importanti nel disegno di un progetto?

Se vuoi presentare un tuo progetto è importante considerare quanto segue: Sto sviluppando un progetto innovativo o basato su buone…

Se vuoi presentare un tuo progetto è importante considerare quanto segue:

  • Sto sviluppando un progetto innovativo o basato su buone pratiche (ovvero su progetti che sono già stati completati con successo)? Entrambi sono possibili!
  • Ci sono obiettivi di progetto chiaramente definiti con rilevanza internazionale.
  • Dove può essere realizzato il progetto? (Considerare le condizioni generali dei rispettivi paesi partner del progetto)
  • È compatibile con gli obiettivi, le linee guida e le tempistiche del programma di finanziamento?
  • Esistono organizzazioni partner adatte per la mia idea?
  • Ho bisogno del finanziamento completo da un programma di finanziamento o ci sono altre possibilità di finanziamento / sponsorizzazione (nazionali)?
  • Quali sono le scadenze per la presentazione? (Diverso per tutti i programmi di finanziamento)
  • Il mio calcolo finanziario corrisponde davvero alle risorse necessarie?
Posted 5 months agoby Italian

6. Come strutturare un buon progetto (dal punto di vista del partenariato, per realizzare una fruttuosa cooperazione internazionale nel mio settore di interesse?)

6.1 Di cosa si dovrebbe tenere conto durante la compilazione di una domanda di finanziamento?

Le domande di finanziamento sono diverse per ogni programma di finanziamento e per ogni bando. Quando si decide di presentare…

Le domande di finanziamento sono diverse per ogni programma di finanziamento e per ogni bando. Quando si decide di presentare un progetto su un bando è necessario studiare attentamente le linee guida di finanziamento e gli specifici criteri di finanziamento. Allo stesso modo, i requisiti di finanziamento e i materiali richiesti dovrebbero essere ricercati in anticipo per poter presentare i documenti di finanziamento collettivamente.

Le domande di finanziamento vengono solitamente presentate tramite un modulo (formulario) online con un numero predefinito di caratteri. Si noti che in particolare la descrizione del progetto più dettagliata e il sommario più breve del progetto (con gli obiettivi del progetto) sono molto ben preparati. Sono solitamenti riechiesti un piano temporale di lavoro, un piano di budget e una descrizione del partenariato. È possibile risparmiare tempo in tale fase di progettazione, se questi dettagli sono stati elaborati in anticipo e ottenuti attraverso la collaborazione delle organizzazioni partner. Si raccomanda di scrivere con uno stile espressivo preciso e dettagliato. Frasi vuote e ripetizioni non sono apprezzati in fase di valutazione.

Posted 1 month agoby Italian

6.2 Cosa devo considerare in generale in fase di preparazione di progetto?

Prima di presentare il tuo progetto, ti consigliamo di controllare quanto segue: Stai sviluppando un progetto innovativo (di nuova concezione)…

Prima di presentare il tuo progetto, ti consigliamo di controllare quanto segue:

  • Stai sviluppando un progetto innovativo (di nuova concezione) o di buone pratiche (basato su progetti che sono già stati completati con successo)? Entrambi sono possibili
  • Ci sono obiettivi di progetto chiaramente definiti con rilevanza internazionale?
  • Dove deve / può essere realizzato il progetto? (Considerare le condizioni generali dei rispettivi paesi partner del progetto)
  • È compatibile con gli obiettivi, le linee guida e le tempistiche del programma di finanziamento?
  • Esistono organizzazioni partner adatte per la mia idea?
  • Ho bisogno del finanziamento completo da un programma di finanziamento o ci sono altre possibilità di finanziamento / sponsorizzazione (nazionali)?
  • Quando sono le scadenze per la presentazione? (Diverso per tutti i programmi di finanziamento)
  • Il mio calcolo finanziario corrisponde davvero alle risorse che ho utilizzato?
Posted 1 month agoby Italian

7. Come essere un buon partner di progetto?

7.1 Cos’è importante ricordare durante la fase di presentazione del progetto?

Le responsabilità di un partner cominciano in fase di presentazione della domanda di progetto.In questa fase, se siamo invitati come…

Le responsabilità di un partner cominciano in fase di presentazione della domanda di progetto.
In questa fase, se siamo invitati come partner, è fondamentale:
- conoscere bene il bando, i nostri obblighi e i nostri diritti, nonché gli obiettivi specifici del progetto e cosa il coordinatore si aspetta da noi
- mettere in chiaro la propria esperienza, dove possiamo dare in nostro contributo maggiore
- aver chiaro in quali attività parteciperemo con un ruolo di leadership e dove saremo solo di supporto
- saper anticipare le risorse (umane e finanziarie) di cui avremo bisogno e che potremmo mettere a disposizione (expertise, strumenti, spazi, etc)
- prevedere quante persone – beneficiari o stakeholder - potremmo coinvolgere nelle attività di progetto
- supportare il coordinatore in maniera collaborativa e puntuale
Se riusciremo a far ascoltare le nostre richieste sarà poi molto più agevole, una volta approvato il progetto, realizzare al meglio i nostri compiti e raggiungere gli obiettivi finali senza cattive sorprese.

Posted 5 months agoby Italian

7.2 Come essere un partner utile e collaborativo per il partenariato?

Il partner è colui che partecipa, insieme all’ente capofila, alla realizzazione del progetto. Il partner può avere differenti ruoli, spesso…

Il partner è colui che partecipa, insieme all’ente capofila, alla realizzazione del progetto. Il partner può avere differenti ruoli, spesso decisi insieme al capofila, in base alle esigenze organizzative che il progetto stesso presuppone e alle competenze e potenzialità del partner. Una delle fasi in cui il partner può risultare fondamentale, tra le altre, è ad esempio la fase organizzativa dei vari viaggi e spostamenti dei partecipanti che un progetto europeo può prevedere, oltre che l'organizzazione di eventi, mobilità e prodotti veri e propri.
Le caratteristiche, dunque, che un buon partner deve avere, sono:
1. passione, motivazione, entusiasmo
2. puntualità e reattività
3. curiosità, predisposizione a fare domande e approfondire
4. saper comunicare, nel partenariato e all'esterno
5. essere affidabile, saper portare a termine bene ciò che gli è stato affidato – fondamentale per un’effettiva delegazione dei compiti
6. condividere la visione e gli obiettivi del progetto
7. saper lavorare in gruppo
8. lavorare in autonomia

Posted 5 months agoby Italian

8. Come essere un buon coordinatore di progetto?

8.1 Competenze chiave di gestione tecnica

Secondo il triangolo PMI (Project Management Institute), il set di competenze ideale per i project manager è una combinazione equilibrata…

Secondo il triangolo PMI (Project Management Institute), il set di competenze ideale per i project manager è una combinazione equilibrata di conoscenze, abilità e comportamenti nella gestione tecnica del progetto, nella leadership e nella gestione strategica e aziendale.
Le abilità tecniche includono tutte le competenze pratiche, l'uso di strumenti, ecc. in grado di supportare il project manager nella gestione e nell'esecuzione del progetto.
Le 10 abilità tecniche più importanti identificate sono:
• Capacità generali di fundrasing
• Conoscenza della lingua inglese
• Pianificazione e programmazione del progetto
• Valutazione
• Coordinare il lavoro di squadra
• Gestione finanziaria
• Budgeting e stima dei costi
• Disseminazione
• Comunicazione interna
• Organizzazione di laboratori di idee

Posted 5 months agoby Italian

8.2 Competenze chiave per la leadership nel partenariato di progetto

Secondo il triangolo PMI (Project Management Institute), il set di competenze ideale per i project manager è una combinazione equilibrata…

Secondo il triangolo PMI (Project Management Institute), il set di competenze ideale per i project manager è una combinazione equilibrata di conoscenze, abilità e comportamenti nella gestione tecnica del progetto, nella leadership e nella gestione strategica e aziendale.
Le competenze di leadership si riferiscono alla capacità di gestire i vari stakeholder del progetto, in particolare per costruire spirito di squadra, presentare visioni per i membri del team, ispirarli a raggiungere gli obiettivi del progetto e condurre una comunicazione efficace.
Le 10 abilità di leadership più importanti identificate sono:
• Delegare compiti di progetto
• Team building compresi i volontari
• Comunicazione efficace nel contesto CSO
• Risoluzione del conflitto
• Motivazione e influenza
• Consulenza peer-to-peer
• Moderare riunioni ed eventi
• Improvvisazione e agilità
• Empatia e comprensione della situazione
• Motivazione da buona pratica esemplare

Posted 5 months agoby Italian

8.3 Competenze chiave di Strategia e Gestione Aziendale

Secondo il triangolo PMI (Project Management Institute), il set di competenze ideale per i project manager è una combinazione equilibrata…

Secondo il triangolo PMI (Project Management Institute), il set di competenze ideale per i project manager è una combinazione equilibrata di conoscenze, abilità e comportamenti nella gestione tecnica del progetto, nella leadership e nella gestione strategica e aziendale.
Le competenze strategiche e di gestione aziendale si riferiscono alla capacità di implementare i progetti secondo la strategia dell'organizzazione.
Le 10 abilità di gestione strategica e aziendale più importanti identificate sono:
• Conoscenza dei programmi di finanziamento europei
• Rete internazionale e multilaterale in ambito CSO
• Analisi dei bisogni (e degli stakeholder)
• Sinergie tra progetti CSO nazionali e progetti CSO internazionali
• Competenze interculturali
• PR e conformità marketing
• Conformità legale e normativa
• Conoscenza approfondita delle organizzazioni della società civile che forniscono istruzione per adulti
• SWOT e analisi dei rischi
• Conoscenza approfondita della situazione nei paesi partner coinvolti

Posted 5 months agoby Italian

8.4 Reporting alle agenzie di finanziamento e agli altri principali stakeholder

Le attività di report sono tutte quelle attività di verifica tecnica e finanziaria che servono a dimostrare a chi ci…

Le attività di report sono tutte quelle attività di verifica tecnica e finanziaria che servono a dimostrare a chi ci finanzia e supporta, che stiamo facendo ciò che abbiamo dichiarato e promesso di fare.
Le attività di report avvengono attraverso la consegna di evidenze e prove di ciò che abbiamo realizzato in determinato periodo e possono essere sia finali, sia prevedere anche una verifica intermedia.
L’OBIETTIVO è verificare, sulla base di quanto definito in progetto:
- Stato attuale del lavoro / lavoro atteso
- Dettagliare risultati, realizzazioni, consegne
- Anticipare le attività sino al report seguente: cosa ci aspettiamo di realizzare?
- Il rispetto delle tempistiche ed eventuali correzioni
- Il rispetto dell’utilizzo delle risorse finanziarie
- La necessità di aggiustamenti

Le attività di report risultano uno strumento importantissimo anche per chi usufruisce dei finanziamenti, poiché facilita il costante monitoraggio delle attività, il loro progresso e le eventuali criticità da affrontare.

Posted 5 months agoby Italian

9. Come posso migliorare le mie competenze per poter essere chiamato a partecipare a progetti internazionali?

9.1 Servizi di Mentoring

Per tramandare l’esperienza da project manager più esperti ai nuovi arrivati e sfruttare al meglio il know-how risulta di estrema…

Per tramandare l’esperienza da project manager più esperti ai nuovi arrivati e sfruttare al meglio il know-how risulta di estrema efficacia la pratica del mentoring. Grazie a un mentoring efficace, il mentor può trasmettere tutto il proprio bagaglio di conoscenze ed esperienze al suo “allievo” (o mentee), favorendone l’inserimento, la crescita professionale e la maturazione personale.
Che cos’è il mentoring?
Il mentoring è un intervento formativo basato sul lavoro in cui mentor e mentee lavorano in affiancamento per contribuire al miglioramento delle conoscenze del mentee, per migliorare le sue capacità professionali ma anche le sue attitudini e il suo comportamento (il mentor può fornire anche un aiuto emotivo e sociale).
b. Il mentoring può avvenire faccia a faccia, ma può avvenire anche attraverso altri canali di comunicazione (ad es. e-mentoring). In ogni caso si basa sulla fiducia.
c. Il mentoring può essere sia un processo formale (programma di mentoring della struttura e ruoli) che informale (un accordo tra due persone in una società).
d. Il mentoring si differenzia dal coaching per le seguenti caratteristiche:
- il mentoring è una relazione a lungo termine
- il mentoring ha un’attenzione più ampia, il coaching si concentra di solito su questioni specifiche
- il mentoring può includere l’attenzione allo sviluppo personale e alla carriera, mentre il coaching si concentra principalmente sulle prestazioni.

Posted 5 months agoby Italian

10. Quali sono le sfide (problemi/difficoltà) più frequenti nel lavoro a livello internazionale e come affrontarle e risolverle?

10.1 Come attirare l'attenzione sul mio progetto?

La comunicazione e la diffusione del progetto sono fondamentali per il successo sostenibile di un progetto. Pertanto, si raccomanda di…

La comunicazione e la diffusione del progetto sono fondamentali per il successo sostenibile di un progetto. Pertanto, si raccomanda di redigere un piano di comunicazione e disseminazione già nella concezione del progetto, che si riflette in un pacchetto di lavoro con compiti di lavoro individuali per i partner del progetto. Ciò garantirà che gli obiettivi e i contenuti del progetto possano essere continuamente comunicati agli stakeholder e ai gruppi target. Un mailing con informazioni sul progetto alle parti interessate e ai media nazionali e internazionali è adatto anche per un'ulteriore diffusione.
I possibili canali di comunicazione sono:
- Sito web (se necessario, sito web del proprio progetto)
- Newsletter
- Social Media (se applicabile, pagine / account dei social media del progetto)
- Stakeholder
- Piattaforme della conoscenza (ecco una panoramica)
- Media nazionali e internazionali (TV, radio, stampa e media online, ecc.)

Posted 5 months agoby Italian

10.2 Cosa succede se un partner abbandona il progetto o non adempie ai suoi compiti?

Se un partner di progetto non si assume i suoi compiti, è importante agire con tatto e sensibilità e porsi…

Se un partner di progetto non si assume i suoi compiti, è importante agire con tatto e sensibilità e porsi la domanda: gli altri partner sarebbero in grado di assumersi i suoi compiti o ciò non sarebbe possibile per mancanza di risorse e competenze? Se si arriva alla conclusione che il partner, seppur inaffidabile e/o inadempiente, è necessario, dopo solleciti e richiami, che il coordinatore sospenda il pagamento fino al completamento delle attività.
Se un partner si ritira o se il progetto deve essere proseguito senza un partner, è importante informare immediatamente l'istituto di finanziamento / agenzia nazionale e sviluppare insieme un piano alternativo. Questo piano può prevedere che i restanti partner del progetto assumano compiti per completare il progetto come pianificato (questo di solito cambia il budget), oppure può significare l'acquisizione di un nuovo partner o la riduzione delle dimensioni del progetto. Raramente si arriva alla sospensione del progetto, unica opzione che, ovviamente, dovrebbe essere evitata.

Posted 5 months agoby Italian

10.3 Cosa succede quando le tempistiche programmate non possono essere rispettate?

Nella gestione dei progetti, specialmente tra diverse organizzazioni in paesi diversi, non è insolito che le attività ei risultati del…

Nella gestione dei progetti, specialmente tra diverse organizzazioni in paesi diversi, non è insolito che le attività ei risultati del progetto non siano sempre consegnati in tempo. Pertanto, si raccomanda che l'organizzazione di coordinamento crei sempre buffer sufficienti in modo che i ritardi non mettano a repentaglio il progresso del progetto. Inoltre, i promemoria dovrebbero essere inviati regolarmente al consorzio partner. Una richiesta in più può fare una grande differenza. Ma come partner del progetto, hai anche il dovere di segnalare ritardi e trovare soluzioni. È inoltre necessario richiedere aiuto se un'attività assegnata non può essere risolta da soli. Tuttavia, se ci sono ritardi significativi e il programma è minacciato, si dovrebbe valutare se è: 1) È possibile presentare in tempo i risultati del progetto all'Agenzia Nazionale competente. Ciò richiederebbe quindi di lavorare in partnership da questo punto in poi. 2) È necessario informare l'Agenzia Nazionale dei ritardi o richiedere un'estensione del progetto. Tuttavia, ciò è possibile solo se vengono fornite ragioni esatte sul motivo per cui il progetto è in ritardo e queste vengono poi approvate. In caso contrario, potrebbero essere imposte sanzioni.

Posted 1 month agoby Italian

10.4 Posso prolungare un progetto?

Sì, ma solo in determinate circostanze. Un progetto può essere esteso se si verificano eventi imprevisti che non erano previsti…

Sì, ma solo in determinate circostanze.

Un progetto può essere esteso se si verificano eventi imprevisti che non erano previsti nel calendario e devono essere risolti per garantire il completamento del progetto.

Possono essere richiesti anche giorni lavorativi aggiuntivi, ma devono essere adeguatamente giustificati e presentati all'Agenzia Nazionale.

IMPORTANTE: Solo dopo l'approvazione dell'Agenzia Nazionale è possibile un'estensione.

Posted 1 month agoby Italian